Satellite PAZ

Pubblicato il 06 maggio 2018 da redazione

I ricercatori del CSIC cercano di quantificare le forti piogge dal satellite PAZ

Un team di ricercatori dell’Istituto di Scienze Spaziali del Consiglio Superiore per la Ricerca Scientifica (CSIC) e l’Istituto di Studi Spaziali della Catalogna è stato incaricato di progettare e incorporare alla strumentazione satellitare PAZ, per l’osservazione della Terra spagnola, in grado di rilevare e quantificare piogge intense.

Le misure ottenute dal satellite, il cui lancio è avvenuto il 17 febbraio scorso, alle 15:17 della penisola spagnola, serviranno per approfondire i principali parametri atmosferici nella previsione del tempo.


 

Satellite Paz.

Satellite Paz.

 

Nello specifico, gli scienziati hanno aggiunto una tecnologia per eseguire occultazioni radio che, per la prima volta, saranno ottenute in due polarizzazioni. Queste misurazioni, che si basano sul Global Positioning System (GPS), forniscono indizi sulle proprietà termodinamiche dell’atmosfera (temperatura, pressione e umidità) a diverse altezze.

“In aggiunta a questo, la polarimetria ci permetterà di provare cose nuove, concetti di misurazione che non erano mai stati valutati prima. In particolare, useremo le informazioni delle due polarizzazioni ricevute per effettuare misurazioni di precipitazioni intense. Rappresenterebbe il primo strumento o sensore in grado di misurare simultaneamente proprietà termodinamiche e intense precipitazioni “, spiega il ricercatore del CSIC Estel Cardellach, che lavora presso l’Institute of Space Sciences.

Secondo il ricercatore del CSIC, è fondamentale poter misurare le piogge intense, perché più difficili da prevedere. “Nel contesto del cambiamento climatico, dove gli eventi estremi dovrebbero accadere più spesso, i modelli climatici non sono completamente  in accordo. Sicuramente perché sono fenomeni che non si è stati in grado di studiare bene a causa della mancanza di dati. Cercheremo di fare in modo che PAZ contribuisca a risolvere questo problema “, conclude.

 

Le occultazioni radio

paz 2

Le occultazioni radio sono una tecnica di osservazione di un mezzo, di solito l’atmosfera di un pianeta che utilizza due elementi: uno che trasmette segnali radio o microonde (sorgente) e un altro elemento che li riceve (ricevitore). La particolarità di questa tecnica è che, gli elementi sorgente e ricevitore sono uniti in linea retta, passando dalla Terra, gli elementi sono cioé nascosti dalla Terra. Nonostante ciò, il segnale continua ad essere ricevuto perché il raggio si flette.

“La chiave è correlare la flessione del percorso del segnale con le proprietà dell’atmosfera. Sul pianeta Terra, questa tecnica viene eseguita con segnali provenienti da sistemi globali di navigazione satellitare, come ad esempio il GPS “, spiega Cardellach.

I sistemi di navigazione sono le fonti e un ricevitore a bordo di un satellite a bassa altezza orbitale (come il satellite PAZ) contiene il ricevitore. Il ricevitore può misurare l’angolo di curvatura del segnale molto accuratamente, e da questo angolo vengono estratti dall’atmosfera i profili verticali di temperatura, pressione e umidità.

 

Il progetto PEACE

Pa_3z

Il satellite PAZ è una tecnologia radar sia per applicazioni civili sia militari.

HISDESAT è il proprietario, l’operatore e l’operatore del satellite, che fornirà informazioni accurate per più applicazioni dalla sua orbita polare attorno alla Terra.

 

la redazione

Lascia un commento

Advertise Here

Foto da Flickr

Guarda tutte le foto

Advertise Here

LINK