Categoria | Scienza e Tecnologia

I cavalli leggono le emozioni umane

Pubblicato il 22 maggio 2017 da redazione

Eye of a grey Horse France

Gli psicologi hanno studiato come 28 cavalli reagiscono alla vista di fotografie di espressioni facciali umane, positive e negative. Durante la visualizzazione di volti arrabbiati, i cavalli aumentavano la loro frequenza cardiaca e mostravano comportamenti legati allo stress.

Lo studio, pubblicato il 10 febbraio 2017, su Biology Letters, conclude che questa risposta indica che i cavalli hanno una comprensione funzionalmente rilevante dei volti arrabbiati che stanno vedendo. L’effetto di espressioni facciali sulla frequenza cardiaca non è mai stata osservata prima nelle interazioni tra animali ed esseri umani.

Amy Smith, uno studente di dottorato in Vocal Comunication Mammal e Research Group Cognition presso l’Università del Sussex, che ha condotto la ricerca, ha riferito: “Ciò che è veramente interessante in questa ricerca è che dimostra che i cavalli hanno la capacità di leggere le emozioni. Sappiamo da molto tempo che i cavalli sono una specie socialmente complessa, ma questa è la prima volta che vediamo che possono distinguere tra espressioni facciali umane positive e negative.”

“La reazione alle espressioni facciali di rabbia è stata particolarmente chiara – c’è stato un rapido aumento della loro frequenza cardiaca, e i cavalli hanno mosso la testa per guardare i volti arrabbiati con il loro occhio sinistro.”

La ricerca mostra che molte specie visualizzano gli eventi negativi con il loro occhio sinistro dovuto alla specializzazione dell’emisfero cerebrale destro nell’elaborazione degli stimoli minacciosi (le informazioni dell’occhio sinistro vengono elaborate nell’emisfero destro).

Amy ha continuato: “E ‘interessante notare come i cavalli abbiano avuto una forte reazione verso le espressioni negative, e meno per quelle positive. Questo può essere dipeso perché per gli animali è più importante riconoscere le minacce del loro ambiente. In questo contesto, riconoscere i volti arrabbiati.. può agire come un sistema di allarme, consentendo ai cavalli per anticipare un comportamento umano negativo.

Una tendenza a visualizzare le espressioni facciali umane negative con l’occhio sinistro è stata documentata anche nei cani.

Il professor Karen McComb, uno fra i principali co-autori della ricerca, ha dichiarato: “Ci sono diverse possibili spiegazioni per i nostri risultati.  I cavalli possono aver adattato la capacità ancestrale per la lettura di spunti emotivi in ​​altri cavalli di rispondere adeguatamente alle espressioni facciali umane durante la loro co. evoluzione. in alternativa, i singoli cavalli possono avere imparato a interpretare le espressioni umane durante il loro ciclo di vita. La cosa interessante è che la valutazione accurata di un’emozione negativa è possibile attraverso la barriera di specie, nonostante la completa differenza nella morfologia del viso tra i cavalli e gli esseri umani “.

“Probabilmente, la consapevolezza emotiva è molto importante nelle specie altamente sociali come i cavalli – e la nostra ricerca in corso è quella di esaminare la relazione tra una vasta gamma di competenze emotive e il comportamento sociale.”

I cavalli sono stati reclutati da cinque stalle nel Sussex e Surrey, Regno Unito, tra aprile 2014 e febbraio 2015. Sono state mostrate fotografie felici e arrabbiate di due soggetti maschili che i cavalli non conoscevano. Le prove sperimentali hanno esaminato le reazioni spontanee dei cavalli alle foto, senza formazione preliminare, e gli sperimentatori non erano in grado di vedere nel momento in cui le fotografie venivano mostrate e quindi non potevano influenzare inavvertitamente i cavalli.

 

 

Linkografia

https://www.sciencedaily.com/releases/2016/02/160209221158.htm

Amy Victoria Smith, Leanne Proops, Kate Grounds, Jennifer Wathan e Karen McComb. Biology Letters, 2016 DOI: 10,1098 / rsbl.2015.0907)

Lascia un commento

Advertise Here

Foto da Flickr

Guarda tutte le foto

Advertise Here

LINK